Contenuto Principale
Nobel per le ricerche più assurde PDF Stampa E-mail
Sabato 14 Aprile 2012 00:00

Poco tempo erano stati resi pubblici i risultati di una ricerca bizzarra: il peggior seno rifatto.

La vincitrice, Victoria Beckham, non deve essere stata contenta.
Un modo assurdo e decisamente poco utile di spendere tempo e finanziamenti, avranno pensato in molti.

Eppure, c’è un Premio Nobel speciale per le ricerche più originali.
Perché sforzarsi di cercare cure per malattie ancora sconosciute e difficili da sconfiggere, se non sappiamo come si spiegazzano le lenzuola? Tutto vero e soprattutto preso sul serio, a giudicare dal lavoro di Lakshminarayanan Mahadevan della Harvard University e Enrique Cerda Villablanca dell’Università di Santiago del Cile che sono arrivati secondi per lo studio sullo spiegazzamento delle lenzuola.
Il primo posto è andato a Brian Witcombe di Gloucester, Regno Unito, e Dan Meyer di Antioch, Usa, per uno studio sugli effetti collaterali di mangiare le spade.
Capita di avere mal di gola, a chi mangia spade. Forse ci saremmo arrivati anche da soli, ma ora abbiamo una certezza.

Questi antagonisti, ma neanche tanto dell’originale Nobel, si chiamano Ig Nobel
L’edizione 2007 è la diciassettesima e vengono assegnati qualche giorno prima di quelli ‘veri’ dalla rivista “Annals of Improbable Research”.
Non si tratta di una presa in giro, come i Razzies che fanno il verso agli Oscar negli Stati Uniti.
Alla cerimonia di premiazione prendono parte anche ricercatori che in passato hanno vinto il Nobel.
Spesso partecipano alla serata con compiti assurdi: Roy Glauber, Nobel per la Fisica nel 2005, ha dovuto spazzare il palco per togliere gli aeroplanini di carta lanciati dal pubblico. Scienziati e ricercatori sono anche ironici.

Come gli autori dell’invenzione più ‘chiacchierata’: una bomba gay.
Avete letto bene: l’Air Force Wright Laboratory di Dayton, Usa, ha inventato un’arma chimica capace di sviluppare un’irresistibile attrazione sessuale tra i soldati nemici.
Sarebbe interessante sapere cosa ne pensa il governo americano. A risollevare l’economia, per cui ha vinto il corrispondente IG, ci pensa Kuo Cheng Hsieh di Taichung, Taiwan, che nel 2001 ha brevettato un meccanismo che cattura i rapinatori di banche gettando su di loro una rete.
Una soluzione possibile, da tenere presente. Attenzione, però.
Le ricerche degli IG Nobels danno risultati che “non possono o non dovrebbero essere riprodotti”.
Servono come esempio unico, che magari ci fa ridere e ci fa indignare, ma anche riflettere sulle potenzialità della scienza, sulla vita di tutti i giorni e su quanto poco conosciamo del mondo che ci sta intorno.
Vi eravate mai chiesti quanti insetti e batteri accompagnano i nostri sonni ogni notte?
Lo ha comunicato Johanna E. M. H. van Bronswijk dell’Università della Tecnologia di Eindhoven, Olanda, che ha censito scrupolosamente tutti gli organismi che vivono nel letto. Per lei, medaglia di bronzo.

http://www.giovani.it/news/esteri/ignobel_award_2007.php

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Ho perso 15 Kg con questa tisana...

Banner
Banner

Utenti online

 38 visitatori online

Potrebbe interessarti anche

Rassegna Stampa

Rassegna Stampa

Viaggi

Viaggi Viaggi Viaggi

Moda

Moda Moda Moda

Entertainment

Musica, Film, Spettacoli