Contenuto Principale
Slideshow
In Cina esiste la professione di “pugnettista” o se preferite…”pipparola” PDF Stampa E-mail
Lunedì 09 Settembre 2013 09:51

 

 

Le signore che fanno il lavoro non sono infermieri o operatori sanitari sono ancora “punheteiras”, una professione che è riconosciuta nella Repubblica popolare cinese. Negli Stati Uniti, ad esempio, fornire riviste pornografiche per aiutare gli uomini in servizio, sono più avanzate in Cina. Le signore riceveranno uno stipendio di circa 1200 € ed è un mestiere rischioso 4, a causa del rischio di lesioni da movimenti ripetitivi.

Certamente la creazione di questo nuovo lavoro, il tasso di disoccupazione dovrebbe diminuire e il tasso delle banche del seme del donatore aumenterebbe.

Fonte: Jornal do estado

 
Papa’ e mamma neri, figlia bianca con occhi azzurri. PDF Stampa E-mail
Sabato 28 Luglio 2012 18:11

La nascita di una bella bambina, bionda con gli occhi azzurri, ha lasciato di stucco i genitori, entrambi nigeriani e neri come il carbone. Ben e Angela Ihegboro, trapiantati a Londra, hanno già due bambini, neri come loro, e si aspettavano lo stesso colore per l’ultima aggiunta alla famiglia. Ma la bimba è inaspettatamente nata biondo platino, con due occhioni azzurri come il cielo.

E’ stata subito scartata l’ipotesi che sia albina, visto che la piccolina presenta pigmentazione sia nel colore dei capelli sia in quello degli occhi. E allora come spiegare il miracolo?

Ben, 44 anni, che lavora per le ferrovie britanniche, ci scherza sopra ma poi assicura che la bimba è proprio sua. Lo stesso giura Angela, la mamma 35enne, e quindi i medici dell’ospedale Queen Mary di Londra si sono rivolti a esperti, come il professor Bryan Sykes, luminare di genetica umana all’università di Oxford, che ha definito la nascita della piccola «assolutamente straordinaria». Sykes ha commentato: «In casi in cui i genitori sono di razza mista, è possibile che un figlio nasca con il colore della pelle molto più chiaro del loro. Questo accade in popolazioni tradizionalmente miste, come gli afro-caraibici, ma nel caso della Nigeria è molto raro, tantopiù che ambedue i genitori dicono di non avere alcun avo misto, il che rende questa nascita davvero straordinaria».

Ben e Angela infatti sono sicuri di non aver mai sentito di alcun loro progenitore bianco. Ben spiega: «Mia mamma è una Igbo (uno dei maggiori gruppi etnici in Nigeria, ndr) ed è un po’ più chiara di me di pelle, ma non è certo bianca. Tutto il resto della famiglia è nerissimo. E poi, se anche ci fosse stato un antenato bianco, basterebbe per far uscire una bambina così?». La domanda per ora rimane senza chiara risposta e la devota mamma Angela preferisce pensare ad un «miracolo divino».

Il nome scelto per la bimba è stato quindi Nmachi, che nel dialetto Igbo significa ‘bellezza di Dio’. La coppia, che ha rilasciato un’intervista al Sun, ha raccontato della meraviglia generale quando è nata la piccola, 3 giorni fa, con un cesareo. Angela ha dichiarato: «Quando l’ho vista sono rimasta senza parole. Ho pensato: ma di chi è questa bambolina? E’ bellissima e l’adoro, non mi interessa di che colore sia. E’ la nostra bimba-miracolo». Gli altri due figli della coppia sono invece ancora molto confusi. La sorellina, Dumebi, ha appena 2 anni e quindi è meno sconvolta, ma il fratellino Chisom, di 4, continua a guardare Nmachi e a chiedere ai genitori come fa ad avere una sorellina bianca.

Fonte: quotidiano.net

 
La donna giusta. PDF Stampa E-mail
Sabato 28 Luglio 2012 13:33

Quante volte vi siete ritrovati a dire mentalmente “è un incontro del destino!”, “è il mio ideale!” “me lo sento nelle ossa, è quella giusto!”.
Perfetto, siete di fronte alla donna sbagliata.

Perchè lo affermo in maniera così perentorea? Perchè già il pensare che vi troviate di fronte alla donna perfetta, dovrebbe farvi suonare TUTTI i campanelli d’allarme.

La donna sbagliata si mostra perfetta. E’ nel suo stile. Vi ascolta, vi riempie di attenzioni, vi dice che gli mancate come l’aria dopo due ore e un drink insieme. Lei non è gelosa se voi odiate le gelose ma in caso contrario, vi dirà che quando ama lei ama, per cui la gelosia ci vuole. La donna perfetta che vi sta fregando come dei sedicenni al ginnasio sa che ci cascherete alla grandissima. Volete andare a fare sesso in giro per i campi? La donna sbagliata vi ci porta con un sorriso a 32 denti. Vi piace il sushi, il fusion, il kebab? In una settimana ve li farà vedere tutti.

Alla seconda settimana, sentirà nel profondo del suo cuore che come si trova con voi, con nessuno mai al mondo e che la attraete come il suo prima fidanzato, quello bellissimo, il Pirata del liceo. Poi, scatterà, intorno al decimo giorno, se siete state tanto bravi da resistere, la solita frase perfetta: ti desidero.
E voi, ci starete. Perchè lei è bella, voi siete belli come il Pirata del liceo, perchè il cielo vi sta ricompensando mandandovi un tale campione di stile, eleganza, savoir faire… Ma che culo che ho avuto! esclamerete.

Bene, mi spiace dirlo e non vorrei massacrare il vostro dedalo di sogni, ma, puntate la sveglia… 1-2-3 mesi al massimo e la storia finisce.

Ragazzi, la donna giusta per voi, è quella di cui potete fidarvi e per farlo vi occorre tempo, pazienza e frequentazione. La donna giusta si arrabbia, si annoia, se parlate troppo ve lo dice. Non pende dalle vostre labbra. Vi racconta di sè e se è sincera, perchè quella giusta lo è, vi racconta il bello e il brutto. Non metterà mai in mostra le sue tragiche ferite ma…
Vi dirà che vi desidera, anche quella giusta ha gli ormoni, mica è un asceta, tuttavia, se gli direte di no, non la vedrete sparire.

Se sparirà… beh, avrete tanato miss simpatia-stai-alla-larga-da-me, prima di aver consumato quintali di Kleenex.

 
Donò il seme, ora deve pagare gli alimenti. PDF Stampa E-mail
Sabato 21 Luglio 2012 14:50

In Germania un uomo “fottuto” da una coppia lesbica: ha donato il suo sperma per venire incontro al desiderio di una lesbica di diventare madre, ma adesso sarà costretto a mantenere il figlio come minimo fino alla maggiore età.

Protagonista dell’incredibile vicenda, resa nota ieri da Der Spiegel, è Klaus Schröder, un professore di 52 anni di un liceo professionale. Cinque anni fa Schröder aveva letto su un giornale di Francoforte l’annuncio di una coppia di lesbiche, un’insegnante e un’infermiera, alla ricerca di un donatore di sperma.

Già dal primo contatto i tre si erano trovati simpatici, con il risultato che Schröder, il 24 giugno 2006, aveva acconsentito a fornire il suo sperma alla collega insegnante, facendole però mettere nero su bianco che dalla sua donazione non doveva conseguire in futuro nessuno svantaggio di natura economica.

 
Sposarsi senza mutande perché porta bene PDF Stampa E-mail
Venerdì 20 Luglio 2012 09:34

Si sa, la superstizione gioca brutti scherzi, al punto che si può decidere di andare all’altare, durante la più sacra delle cerimonie… senza mutande.

Il fenomeno è diffuso in particolar modo in Brasile, dove, per superstizione, molte donne credono che in questo modo il matrimonio durerà di più.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2
Ricerca / Colonna destra

Ho perso 15 Kg con questa tisana...

Banner
Banner

Utenti online

 71 visitatori online

Potrebbe interessarti anche

Rassegna Stampa

Rassegna Stampa

Viaggi

Viaggi Viaggi Viaggi

Moda

Moda Moda Moda

Entertainment

Musica, Film, Spettacoli