Contenuto Principale
Rassegna Stampa
In prima fila per la difesa della famiglia PDF Stampa E-mail
Giovedì 12 Settembre 2013 19:01

intervista di Laura Gotti Tedeschi a Costanza Miriano

Sposarsi, sottomettersi, morire per qualcuno. Concetti un po’ troppo forti in un mondo così debole e fragile. Ma Costanza Miriano è senza paura, e questi concetti li usa. Dopo il successo del libro “Sposati e sii sottomessa”, con il suo secondo libro “Sposala e muori per lei” è già arrivata alla sesta edizione. Ma non siamo qui a parlare dei suoi libri, ma di quello che dai suoi libri è scaturito. Ultimamente non si parla d’altro che di omofobia. Negli ultimi tempi è sotto gli occhi di tutti quello che sembra essere la grande questione contemporanea: è giusto o discriminante fare distinzione tra uomo e donna?

È “omofobo” pensare che un bambino debba avere una mamma ed un papà? Diceva Chesterton che «sguaineremo spade per dimostrare che le foglie sono verdi in estate».

 
Non è violenza di genere PDF Stampa E-mail
Mercoledì 04 Settembre 2013 21:42

Dalla rubrica - Sarantis Thanopulos

Spesso definizioni poco appropriate di un fenomeno hanno la meglio su definizioni più rigorose perché appagano la pigrizia con cui ci si difende dalla complessità della vita. A volte il danno è minimo, altre volte, invece, nascono fraintendimenti pericolosi.

Questo è il caso della «violenza di genere», un modo di definire la violenza contro le donne che aggiunge allo schematismo delle formule ad effetto un sostegno involontario al meccanismo che produce l'aggressione. Parlare di violenza di genere significa commettere due errori: concepire la donna e l'uomo in modo indipendente dalla loro complementarità e attribuire all'uomo una violenza nei confronti della donna connaturata al suo modo di essere (e risalente al suo patrimonio genetico).

 
FEMEN. L'ideologo Viktor Svyatskiy: 'Ho inventato io la protesta in topless' PDF Stampa E-mail
Martedì 03 Settembre 2013 13:34

Femen, se comanda un uomo: "Ho inventato io la protesta in topless"
L'ideologo Viktor Svyatskiy: "Farei di tutto per il sesso: ho creato il gruppo per avere delle donne". La scomoda verità nel documentario fuori concorso al Festival di Venezia "Ukraine is not a brothel" di Kitty Green

Si sono spogliate per Putin, urlandogli "l'Ucraina non è Alina", alludendo alla presunta amante del capo del Cremlino. Hanno scoperto i loro seni a Milano contro "l'utilizzatore finale" Berlusconi. Hanno sfidato in topless persino il gelo svizzero di Davos, dove il presidente ucraino Yanukovich aveva invitato gli investitori a vistare il suo Paese in primavera "per ammirare le sue donne svestirsi". Ma le Femen non sono mai apparse così nude come in

 
Contrordine ragazze È meglio la famiglia PDF Stampa E-mail
Martedì 27 Agosto 2013 22:24

Prima i figli, poi il lavoro. L' onda rosa del boom dell' occupazione femminile inizia a rallentare la sua corsa proprio là dove era partita: in Gran Bretagna.

Le donne inglesi hanno passato gli ultimi cinquant'anni a rimboccarsi le maniche per riuscire a conciliare famiglia e professione, recuperando un punto percentuale alla volta il gap - in busta paga e in tasso di impiego - che le separava dagli uomini. E oggi che ce l' avevano quasi fatta, si trovano a fare i conti con un ostacolo del tutto inatteso: le loro figlie. Le ventenni britanniche hanno infatti rivisto le priorità: l' ufficio può attendere. I bambini crescono meglio con la mamma a casa.

E così (non era mai capitato nel dopoguerra) le millennials - come la sociologia chiama le ragazze nate tra il 1985 e il 1994 - lavorano meno delle donne nate dieci anni

 
L'altro volto delle denunce per stalking: a Firenze lui si impicca sotto casa di lei PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Agosto 2013 11:13

Denunciato dall’amica per stalking si impicca nel suo palazzo

La sera prima la donna aveva chiamato la polizia. Il suicidio davanti alla sua porta.  Entrambi romeni, lei l’aveva ospitato fino allo scorso marzo poi lo aveva allontanato

L’ha trovato alle sette meno un quarto un inquilino che usciva per andare al lavoro. Si è chiuso la porta di casa alle spalle come ogni mattina e gli è apparso davanti. Penzolava senza vita, il volto irrigidito in un’ultima smorfia di dolore, appeso a una lunga catena di ferro in mezzo all’androne del palazzo sul viale Gori in cui aveva abitato per alcuni mesi e in cui ancora abitava Dorina, la donna che amava ossessivamente e che perseguitava da mesi, di continuo, sempre più pericolosamente. F. V., un ragazzo romeno di 34 anni incensurato e senza fissa dimora, ha deciso di andarsene così, impiccandosi poche ore dopo essere stato denunciato per stalking dalla connazionale di 27 anni che lo aveva ospitato per alcuni mesi nel suo appartamento quando era arrivato in Italia, di cui si era innamorato e con la quale — diceva sempre — avrebbe desiderato «formare una famiglia».

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 5
Ricerca / Colonna destra

Ho perso 15 Kg con questa tisana...

Banner
Banner

Utenti online

 111 visitatori online

Potrebbe interessarti anche

Rassegna Stampa

Rassegna Stampa

Viaggi

Viaggi Viaggi Viaggi

Moda

Moda Moda Moda

Entertainment

Musica, Film, Spettacoli