Contenuto Principale
Consigli per un buon risveglio. PDF Stampa E-mail
Sabato 28 Luglio 2012 20:45

Vi proponiamo alcune semplici consigli su abitudini e comportamenti da adottare che, se applicati con costanza e regolarità, contribuiranno di certo a

riacquistare il benessere e la vitalità perduta.

1. Il segreto di un buon risveglio sta in tutto ciò che lo precede: se dormiamo poco e male, se abbiamo avuto una giornata particolarmente stressante alle spalle, se ci svegliamo di scatto ed in preda all’ansia, difficilmente riusciremo a trovare le energie giuste per iniziare bene la giornata e far fronte a tutti gli impegni che ci attendono.
E’ fondamentale, perciò, stabilire le condizioni ottimali per un buon riposo, preferendo pasti leggeri, eliminando alcoolici e sostanze ipereccitanti.
Assicuriamo al nostro organismo un riposo di 7-8 ore ed concediamoci 5 minuti, prima di coricarci, per rilassarci, magari con un piccolo massaggio.

2. Cercare di mantenere regolare il ritmo sonno/veglia, svegliandosi sempre allo stesso orario. Se uscendo, abbiamo fatto tardi, anzichè dormire fino a giorno inoltrato, è più utile svegliarsi all’orario consueto e coricarsi presto la sera successiva, per recuperare le ore di sonno perdute.

3. Evitare di balzare dal letto e prepararsi in fretta per poter dormire 5 minuti in più. Per il nostro benessere è molto più utile un risveglio lento e graduale, che consente all’organismo di riattivare pian piano tutte le sue funzioni vitali e “riaccendersi” per iniziare la giornata.
E’ utile sgranchirsi nel letto e messi a sedere, fare dei lunghi respiri, eseguendo dei piccoli movimenti circolari con la testa.

4. Può essere utile accompagnare la fase del nostro risveglio con un sottofondo musicale a noi gradito e godere della luce del sole e dell’aria fresca mattutina, spalancando le finestre. L’umore sarà sicuramente migliorato e risveglieremo i nostri sensi e la nostra concentrazione.

5. Se abbiamo 10 minuti, possiamo abbinare la respirazione a piccoli esercizi di stretching, che risveglieranno elasticità e tonicità dei muscoli, intorpiditi dal riposo notturno. Evitare sforzi intensi, troppo aggressivi e traumatici per il corpo in fase di risveglio.

6. Non saltare mai la colazione. E’ una tappa fondamentale per assicurare le riserve energetiche necessarie al nostro organismo per tutta la giornata.
Dal modo in cui faremo colazione dipenderà, infatti, l’andamento di vitalità, attenzione e concentrazione nel corso delle ore lavorative.
Non devono mai mancare carboidrati, frutta fresca, cereali e possiamo agevolare il nostro risveglio anche con piccoli aiuti naturali come propoli ed Eleuterococco (energizzanti e utili per la concentrazione mentale), ginseng e guaranà o miele, che danno una bella sferzata di vitalità.

7. Fare una bella doccia energizzante, utilizzando un bagnoschiuma alle essenze di agrumi, sandalo o bergamotto, che permettono il risveglio di corpo e mente.
Può essere utile alternare l’acqua calda ad acqua fredda, che utilizzata negli ultimi 2 minuti della doccia, risveglierà il nostro corpo, avvolto dal tepore del sonno e migliorerà la tonicità dei nostri muscoli.

http://www.yourself.it/7-piccoli-consigli-per-svegliarsi-bene-e-mantenersi-attivi-nella-giornata/?cp

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Ho perso 15 Kg con questa tisana...

Banner
Banner

Utenti online

 7 visitatori online

Potrebbe interessarti anche

Rassegna Stampa

Rassegna Stampa

Viaggi

Viaggi Viaggi Viaggi

Moda

Moda Moda Moda

Entertainment

Musica, Film, Spettacoli